venerdì 6 luglio 2018

Per lanciarsi dalle stelle, Chiara Parenti




TITOLO: Per lanciarsi dalle stelle

AUTORE: Chiara Parenti

CASA EDITRICE: Garzanti

PREZZO DI COPERTINA: 16.90 euro

NUMERO DI PAGINE: 320










Sinossi


"Fai almeno una volta al giorno una cosa che ti spaventi e vedrai che troverai la forza per farne altre". Sono queste le parole che Sole trova nella lettera che la sua migliore amica le ha scritto poco prima di ripartire per Parigi, subito dopo l'unico litigio della loro vita. Quel litigio di cui Sole si pentirà per sempre, perché non rivedrà mai più Stella, la persona più importante per lei. Sole non smette di guardare quel foglio perché, anche se ha solo venticinque anni, non c'è nulla di più difficile per lei che superare le proprie paure. Sa che, se le tiene strette a sé, non c'è nulla da rischiare: il lavoro sicuro per cui ha rinunciato al sogno di fare l'università; il primo bacio mai dato perché è meno pericoloso immaginarlo tra le pagine di un libro che viverlo realmente. Ma ora Sole non può più aspettare. Lo deve alla sua amica. Così per cento giorni affronta una paura alla volta: dal lanciarsi con il paracadute al salire sulle montagne russe; dall'attraversare un bosco sotto il cielo stellato al fare un viaggio da sola a Parigi. Giorno dopo giorno, scopre il piacere dell'imprevisto e dell'adrenalina che le fa battere il cuore. A sostenerla c'è Samanta, un'adolescente in lotta con il mondo che ha paura persino della sua immagine riflessa. Rivedendosi in lei, Sole prova a smuovere la sua insicurezza e a insegnarle ciò che ha appena imparato: è normale avere paura, quello che serve è solo un unico, singolo, magnifico istante senza di essa. Ma c'è un unico istante che Sole non è ancora pronta a vivere. L'istante in cui deve confessare la verità al ragazzo di cui è da sempre innamorata. Una prova più difficile di tutte le altre. Perché anche l'amore può vestirsi d'abitudine e confondere. E per amare davvero bisogna essere pronti a mettersi in gioco. Perché persino i sogni possono cambiare quando sono solo una favola. 





Il nuovo romanzo di Chiara Parenti è un vero e proprio inno alla vita, un invito a superare tutte le nostre paure ed incertezze. 
La protagonista è Sole,  una ragazza fragile la quale perde il controllo della sua quotidianità nel momento in cui la sua amica muore. Seppur così diverse tra loro, le due amiche erano legate da un rapporto profondo al punto che sarà proprio nelle lettere della sua compagna di avventura che la nostra protagonista troverà la forza di reagire. In queste lettere c'è l'invito per Sole di superare le sue paure e fobie, compiendo ogni giorno un gesto che fino ad ora l'ha sempre spaventata. 
Inizia da qui,  fin dalle prime pagine,  un viaggio interiore nei sentimenti e nell'anima della protagonista. Sole ripercorre passo dopo passo tutte le sue paure e lo fa dando un messaggio ben preciso, quello di guardare sempre avanti, godersi la vita e non fermarsi davanti a nessun ostacolo che può intimorire. 
In questo viaggio interiore compaiono diversi personaggi che hanno un legame stretto con la protagonista e che l'aiuteranno a riprendersi in mano la propria vita. Tra questi c'è Lorenzo, fratello della sua migliore amica e il ragazzo per il quale prova un sentimento che va al di là di una semplice amicizia. Riuscirà mai a confessarglielo e a superare il timore che l'attanaglia da sempre?
Sole imparerà a guardarsi dentro a riscoprirsi e a mettere in luce le proprie insicurezza parlandone con Samantha, l'adolescente nella quale rivede se stessa.
Il romanzo è un crescendo di emozioni diverse che si mescolano tra di loro creando un perfetto mix che tiene attento il lettore e pronto a prendere consapevolezza del prossimo passo di Sole. 
La scrittura dell'autrice rende la lettura abbastanza scorrevole. 
Forse quello che mi aspettavo da questa lettura era un processo di analisi interiore descritto in modo molto più psicoanalitico, tutto sommato però il libro mi è piaciuto. 


VOTO








martedì 12 giugno 2018

Nessun giorno della settimana, Sol Aguirre





TITOLO: Nessun giorno della settimana

AUTORE: Sol Aguirre

CASA EDITRICE: Newton Compton

PREZZO DI COPERTINA: 7.90 euro

NUMERO DI PAGINE: 352












Sinossi

Sofía ha 42 anni, è una madre single e vive a Madrid con i due figli adottivi. Durante un viaggio a New York, città di cui è innamoratissima, comincia a riflettere su se stessa e sulla propria vita. È felice? No. Deve ricominciare da zero, reinventarsi, eliminare gli aspetti negativi della sua esistenza e, soprattutto, circondarsi di persone positive. Dopo un inizio folgorante, la relazione con Pedro procede a stento tra alti e bassi. Gli sbalzi d’umore sono all’ordine del giorno. I bambini, poi, assorbono gran parte della sua attenzione e del suo tempo. L’unica cosa che la fa sentire davvero realizzata è la scrittura. Ed è per questo che Sofía comincia a tenere un blog tutto al femminile, “Las Claves de Sol”, un posto sicuro dove essere semplicemente se stessa, senza filtri. Comincia così un viaggio nella sua personalità, tra i suoi reali desideri, nel corso del quale, anche grazie a una buona dose di brillante autocritica, Sofía scoprirà che non è mai troppo tardi per la felicità.




Recensione

Il romanzo si presenta come un flusso ininterrotto di pensieri mediante i quali l'autrice presenta la storia di Sofia. Sofia ha 42 anni, è una madre single e ha un blog tutto al femminile dove riesce ad essere se stessa senza alcuna maschera. 
Ho deciso di leggere questo libro perché la trama mi ha colpita subito, in realtà, nel corso della lettura, mi sono un po' ricreduta. 
Di base il libro ha una bella sinossi, anche il fatto di introdurre l'idea di un blog tutto al femminile mi è piaciuta perché tra le righe si evince una solidarietà femminile e un'amicizia che lega la protagonista alle sue amiche. Il fatto che non sia il classico romance strutturato rende la lettura scorrevolissima, tanto che si legge facilmente. C'è dell'ironia di base che rende il romanzo fruibile in qualsiasi contesto. Quello che non mi è piaciuto e che mi ha lasciato un po' titubante è stato però proprio questo continuo flusso di narrazione che, a mio avviso, lo ha reso un po' troppo libero dagli schemi, a tratti anche un po' volgare e che mi ha spesso deconcentrato. 
Mi aspettavo qualcosa di più, sicuramente una sinossi e una narrazione del genere sarebbe perfetta per una serie televisiva.


Voto





Al mattino stringi forte i desideri, Natascha Lusenti






TITOLO: Al mattino stringi forte i desideri

AUTORE: Natascha Lusenti

CASA EDITRICE: Garzanti

PREZZO DI COPERTINA: 17.60euro

NUMERO DI PAGINE: 233













Sinossi

Emilia è ferma davanti al grande palazzo. Con lei ha solo poche valigie e i suoi due adorati gatti. Dopo aver perso il lavoro e le redini della sua vita, è lì per ricominciare. Da una nuova casa e da nuovi inquilini da conoscere. Ma l’accoglienza che riceve non è quella che si aspettava. Nessuno sembra badare a lei che si nasconde dietro una frangetta e indossa scarpe basse per non farsi notare. 
Eppure Emilia decide che è il momento di spazzare via le insicurezze. È stufa di mancati saluti e fredde frasi di circostanza. L’unico modo per cambiare la situazione è cercare di colpire la curiosità di chi passa sempre davanti alla bacheca del condominio. Proprio lì Emilia appende ogni giorno poche righe in cui racconta le sue sensazioni, i suoi ricordi, le sue speranze. Senza rivelarsi. Forse le scrive per far sentire la sua voce in qualche modo. O forse per donare un po’ di gioia a chi rincorre la vita senza più fermarsi alle cose semplici. Ci deve essere qualcuno che come lei ama il colore giallo, ricorda quella bicicletta su cui sembrava di volare da bambini o ha timore delle cose perse che non si trovano mai più. Ci deve essere qualcuno che sente il bisogno di risponderle. Ma così non è. 
Fino al giorno in cui trova vicino al suo biglietto una figurina da bambini. Il primo segnale che qualcuno si è accorto di lei. Non ha idea di chi possa essere stato, ma tutti gli indizi portano a quel bambino che ha sempre un libro in mano, con la maglietta di Star Wars e con il padre sempre troppo impegnato al telefono. Solo lui può capire l’importanza dei dettagli. Emilia sente che lui sarà il suo primo amico nel palazzo per poi piano piano avvicinarsi a tutti gli inquilini. Anche se non è facile insegnare di nuovo al cuore a fidarsi dopo che è stato illuso tante volte. Anche se non è facile esprimere i propri desideri per condividerli con gli altri. Emilia scopre che bisogna tenerli stretti per non farli volare via.





Recensione

Il romanzo racconta la storia di Emilia, una ragazza dalle mille insicurezze che si trova in un momento non proprio facile della sua vita. Dopo aver perso il lavoro e il fidanzato e anche le redini della sua vita, Emilia riparte da una nuova casa, un alloggio temporaneo dove dovrà presto ambientarsi. 
La delicatezza della ragazza e i suoi drammi interiori trovano sfogo in quei pensieri che lei stessa decide di condividere con gli inquilini di quella nuova palazzina, affiggendoli, ogni mattina, sulla bacheca dell'androne. Il primo a rispondere a questi segnali è un bambino che ritrova nella sensibilità di Emilia parte della sua. E' proprio da questo scambio che tra i due si crea un legame molto forte. 
Il romanzo è narrato con molta delicatezza, quella delicatezza che contraddistingue le storie che la ragazza decide di condividere. Emilia è una ragazza particolare, ha la mania di associare le emozioni ai colori; ha un amore spropositato per i suoi gatti, ed è talmente riservata che riesce a farsi conoscere soltanto tramite carta e penna. Proprio queste sue caratteristiche fanno di lei un personaggio che non si può non adorare. 
Ho amato questo romanzo per la centrifuga di emozioni che riesce a regalare e per la delicatezza con la quale vengono proposte. 
E' un romanzo che ispira speranza in un mondo all'altezza dei propri desideri, nell'incessante bisogno di ritrovare se stessi.
E'  una lettura scorrevole ma che vorresti non finisse mai.


Voto

mercoledì 16 maggio 2018

Un romantico matrimonio a Parigi, Charlotte Nash


TITOLO: Un romantico matrimonio a Parigi

AUTORE: Charlotte Nash

CASA EDITRICE: Newton Compton

PREZZO DI COPERTINA: 10.00euro

NUMERO DI PAGINE: 384















Sinossi

Dieci anni fa Rachael non ha lottato per l’amore della sua vita, e adesso lui sta per sposare un’altra. Quando Rachael West riceve lo sfarzoso invito al matrimonio di Matthew e Bonnie, in cuor suo sa che non dovrebbe accettare. È ancora sconvolta per la morte di sua madre e, come se non bastasse, Matthew è l’uomo che le ha spezzato il cuore dieci anni prima, quando lei ha deciso di restare nella casa in campagna per prendersi cura della famiglia invece di seguirlo a Sydney e realizzare insieme i loro sogni. Assistere al suo matrimonio con un’altra significherebbe solo farsi altro male, eppure… L’invito è per una settimana a Parigi tutto compreso: hotel di lusso, visite guidate e biglietti aerei. Rachael non è mai uscita dall’Australia e Parigi è il suo sogno… Anche la famiglia e gli amici la spingono a cogliere l’occasione per cambiare aria e chiudere con il passato. E così Rachael parte per la città dell’amore, che con la sua magia è persino in grado di farle dimenticare il motivo per cui si trova lì… Fino a quando incontra gli occhi di Matthew dopo così tanto tempo. Ma è giusto infrangere la felicità di un’altra donna per seguire il proprio cuore? Di sicuro, dopo questa settimana, niente sarà più come prima.



Recensione

Rachael è la classica ragazza della porta accanto, semplice e di un'umanità straordinaria. Il destino le ha strappato troppo presto l'amore della mamma, quella mamma alla quale ha prestato tutte le dovute attenzioni durante le fasi della malattia e per la quale ha sacrificato anche parte della sua vita. In particolar modo, durante questo periodo buio, ha messo da parte anche la storia con Matthew il quale si è rifatto ormai una vita e ha deciso di invitare proprio Rachael al suo matrimonio. 
Si tratta di un evento alquanto diverso da quello che ci si potrebbe aspettare, i due sposi hanno infatti deciso di organizzare, per tutti i partecipanti, un viaggio a Parigi, la città dell'amore. 
Attraverso questa esperienza Rachael ripercorrerà le tracce del suo passato che le consentiranno di riprendere in mano le redini della sua vita. Si tratta di un percorso di rinascita che parte dalla presa di consapevolezza di se stessa e delle proprie esperienze. 
Il romanzo non è mai scontato ma ricco di colpi di scena e l'autrice è stata in grado di alternare sapientemente la descrizione di due sentimenti molto forti quali l'amore e l'amicizia. 
Il finale inaspettato rende giustizia all'intera vicenda, prendendo il lettore un po' alla sprovvista ma regalando quell'emozione in più.


VOTO




venerdì 27 aprile 2018

Il posto delle margherite, Monika Peetz


TITOLO: Il posto delle margherite

AUTORE: Monika Peetz

CASA EDITRICE: Garzanti

PREZZO DI COPERTINA: 17.90euro













Sinossi

Kiki ne ha abbastanza della vita di città: ore e ore a girare inutilmente prima di trovare parcheggio, tormentata dal rumore incessante di lavori in corso che sembrano non finire mai. Per lei è arrivato il momento di cambiare aria e acquistare quel vecchio casolare in campagna di cui è innamorata per farne un bed and breakfast. È da qui, da questo luogo circondato da sconfinate distese di margherite e immerso nella calma dei laghi, che ha intenzione di ricominciare da capo. Ma a poche settimane dall’inaugurazione dell’albergo, si rende conto che c’è ancora tanto, troppo da fare: non ce la farà mai ad aprire in tempo. Per fortuna, arrivano a darle man forte le sue amiche di sempre, che hanno deciso di anticipare la loro gita annuale e di raggiungere Kiki nel suo paradiso in mezzo al verde. Forse può essere l’occasione giusta per passare del tempo insieme. Del resto, è stato per tutte un anno complicato: Caroline, avvocato, è tuttora alle prese con un caso difficile; la timida Judith è sempre alla ricerca di un suo equilibrio; Estelle non sopporta più l’invadenza del figlioccio e della sua consorte. E poi c’è Eva, l’intrepida mamma single che fatica a tenere a freno l’esuberanza del figlio. Tra confidenze, litigi, consigli e qualche bugia a fin di bene, le «amiche del martedì» si rimboccano le maniche e insieme realizzano il sogno di Kiki, riscoprendosi più unite di prima. Sono sicure che ormai niente potrà dividerle. A meno che al bed and breakfast non si presenti un uomo misterioso intenzionato a conquistarsi la simpatia di ognuna di loro... Senza eccezione.





Recensione


La storia mi ha colpita sin dalla trama perché adoro i libri che trattano dell'amicizia.
 In questo caso la protagonista è Kiki la quale ne ha abbastanza della vita frenetica della città e decide di acquistare il vecchio casolare della campagna. L'autrice ha sapientemente dato spazio anche alle protagoniste secondarie, alle amiche di Kiki, tanto che impariamo a conoscere la vita di ognuna di loro. Sono proprio queste donne a raggiungere Kiki in campagna e a lavorare con lei alla costruzione del bed and breakfast.
 Il romanzo assume l'aspetto di una storia dal carattere corale, perché ciascuna di loro ha un problema da affrontare e sarà proprio il valore dell'amicizia che le tiene unite, ad aiutarle a risolvere qualsiasi imprevisto e situazione. 
 Questa è la parte che più mi ha colpita del libro, il fatto che le vicende delle protagoniste vengano presentate un po' per volta e che, allo stesso tempo, si intreccino tra di loro.  Quello che invece mi ha lasciato un po' interdetta e che non mi ha permesso di fruire del libro in maniera continua e scorrevole, è stata la pesantezza dello stile di scrittura dell'autrice. La narrazione mi è risultata troppo lenta (forse si alleggerisce a metà libro), al punto che sono stata più volte tentata di abbandonarlo. Molto probabilmente con uno stile diverso avrei apprezzato di più la lettura. 
Se siete nel pieno del blocco del lettore, non lo consiglio; in tutti gli altri casi vi esorto a dargli una possibilità.

Voto




mercoledì 18 aprile 2018

Confusa e innamorata, Colleen Oakley


TITOLO: Confusa e innamorata

AUTORE: Colleen Oakley

CASA EDITRICE: Newton Compton

PREZZO DI COPERTINA: 10.00euro













Sinossi

Jubilee Jenkins non è una bibliotecaria qualsiasi. Ha una rarissima allergia al contatto umano: sfiorare la pelle di qualcun altro potrebbe letteralmente ucciderla. Ma dopo essersi ritirata in completa solitudine per quasi dieci anni, Jubilee decide di affrontare di nuovo il mondo, nonostante i rischi. Armata di guanti, maniche lunghe e della sua fedele bicicletta, finalmente si avventura oltre la porta, verso il proprio futuro. Anche Eric Keegan ha parecchi grattacapi. Ha una figlia che ha smesso di parlargli dopo che il suo matrimonio è naufragato e un figlio adottivo brillante ma problematico, che si esercita nel tentativo di riuscire a usare la telecinesi. Eric si sta sforzando di rimettere in sesto la propria vita e diventare il padre – e l’uomo – che vorrebbe disperatamente essere. Quando incontra casualmente al bancone della biblioteca Jubilee, molto bella ma eccentrica, non desidera altro che poterle stare accanto. Ben presto Jubilee ed Eric si troveranno a vivere qualcosa che sognano, ma che è totalmente fuori dalla loro portata. O forse no?



Recensione

Questo romanzo è una vera e propria perla. 
Quello che l'autrice ci regala non è la classica storiella ma un libro profondo e delicato allo stesso tempo. 
Jubilee è allergica al contatto umano e per questo motivo è sempre stata chiusa in casa, evitato persone e situazioni scomode, costantemente chiusa nel suo nido. Dopo quasi dieci anni decide di farsi forza ed affrontare il mondo, un paio di guanti e una bicicletta diventeranno suoi alleati e il suo nido diventerà la biblioteca dove lavora. Qui, per caso o per fortuna, incontra Eric e il suo bambino, un incontro che le cambierà la vita. Al di là della storia d'amore, il romanzo si focalizza su temi molto importanti come: la solitudine; i disagi dovuti alla perdita dei propri cari; l'agorafobia.  L'autrice è stata brava nel presentarli con la delicatezza che caratterizza la sua scrittura, regalando emozioni e riflessioni ma, soprattutto, facendo sì che il lettore senta, quasi come fossero i propri, questi disagi. 
Quello che più mi ha colpita di questo libro è stata proprio la dolcezza che si respira tra le pagine, un sentimento che consente di cogliere il senso profondo della storia e di vedere al di là del romanzo rosa tout court. 
Jubilee si troverà ad affrontare un percorso di rinascita e a prendere piano piano consapevolezza della bellezza del mondo che la circonda. Attraverso le sue parole è come se la scrittrice volesse esortare ognuno di noi ad uscire dal proprio bozzolo per aprirsi a nuove esperienze,  rimettendoci qualche volta il cuore e altre a scoprire la meraviglia di un universo che per troppo tempo è stato nascosto. 


VOTO

martedì 20 marzo 2018

Mai più innamorata, Cecile Bertod




TITOLO: Mai più innamorata

AUTORE: Cecile Bertod

CASA EDITRICE: Newton Compton

PREZZO DI COPERTINA: 10.00euro














Sinossi

Daphne è una famosissima autrice di romanzi erotici e per il suo ultimo libro ha appena firmato un contratto con un anticipo da capogiro. Però, dopo aver incassato l’assegno, la sua ispirazione si è come bloccata. Non risponde alle numerose email del suo editore e si barrica dentro casa, fino a quando non decide di ascoltare il consiglio del suo commercialista, che le propone di tornare nel paesino in cui è nata e trascorrere lì qualche giorno in totale relax. Sperando di trovare la giusta concentrazione, Daphne va quindi a Banff, ma le cose non migliorano affatto. Tutt’altro. A renderle la vita impossibile ci pensa Edward, un architetto che ha un conto in sospeso con lei, perché uno dei suoi libri gli ha causato non pochi problemi… Eppure, anche se è difficile da ammettere, Daphne si rende ben presto conto che riesce a scrivere solo quando vede Ed. E lei non intende in alcun modo rinunciare alla possibilità di terminare il suo romanzo…



Recensione

Spesso noi lettori siamo afflitti da quello che identifichiamo come blocco del lettore, in questo caso invece la nostra protagonista è stata colpita dal blocco dello scrittore. 
Daphne è una scrittrice di romanzi erotici ma ultimamente ha perso completamente l'ispirazione e nonostante le continue insistenze del suo editore, non è proprio in grado di sedersi e continuare a redigere il suo romanzo. A complicare di certo la situazione di stallo della protagonista ci sono dei problemi familiari. Decisa a riprendere in mano le redini della sua vita e del suo lavoro, Daphne si trasferisce a Banff, il paesino in cui è nata, dove incontra Ed, l'uomo che le farà tornare la voglia di scrivere. 
All'inizio ho trovato il libro poco scorrevole tanto che ho pensato diverse volte di abbandonarlo, con lo scorrere dei capitoli la situazione è un po' migliorata. Attratta da una protagonista scrittrice ho deciso di intraprendere questa lettura che, sinceramente, mi aspettavo migliore. Mi è piaciuto l'incontro - scontro tra i due personaggi e lo scambio di battute ironiche ma la narrazione l'ho sentita poco scorrevole. A livello contenutistico la storia mi è piaciuta ma, non avendo mai letto nulla di questa autrice (pur avendone sempre sentito parlare bene) credevo avesse uno stile molto più fluido ed ironico.  Ho trovato una focalizzazione più approfondita sulla storia dei due personaggi piuttosto che sul cardine principale della storia e allo stesso tempo ho notato che, a mio avviso, è stata data troppa importanza ad elementi di contorno. Non mi ha colpita del tutto, forse perché vi avevo riposto troppe aspettative. 


Voto